giovedì 25 settembre 2014

Fricassea di Cardi Gobbi di Nizza

FRICASSEA DI CARDI GOBBI
Ricetta tradizionale di Nizza Monferrato

Fricassea di Cardi Gobbi di Nizza Monferrato

Grazie alla terra alluvionale e sabbiosa, all’aria, all’acqua e alla grande esperienza dei contadini, Nizza Monferrato è diventata la zona dove si produce il miglior “cardo gobbo” del Mondo.

Coltivare i cardi non è facile e solo in questa zona raggiunge questi elevati standard di qualità organolettica.

Il “cardo gobbo” di Nizza è, sicuramente, uno degli ingredienti principali della bagna cauda, ma nella zona sono nate fin dall’ottocento tantissime ricette, specialmente per utilizzare la parte, del cardo, meno dolce e più dura ovvero le costole esterne.

La “Fricassea di cardi gobbi” è una ricetta ormai, quasi totalmente in disuso, nessuno la cucina più, sostituita da “flan” e “gratin” più facili e veloci da eseguire.

Ovviamente a Nizza Monferrato vi è una fiera dedicata al cardo gobbo, ma anche alla bagna caoda e alle varie salse. La manifestazione si svolge, ogni anno, la prima domenica di Novembre.

Tipologia: Secondo, contorno
Porzioni: 4
Tempo di preparazione: 1 ora + lessatura dei cardi
Sapore: gustoso
Difficoltà. medio/facile
Abbinamento: Barbera

Ingredienti

* Cardi Gobbi di Nizza Monferrato 600 g
* acciughe rosse di Spagna (sotto sale) 4
* aglio 4 denti
* uova 2
* grana padano grattugiato 1 pugno
* limone 1/2
* olio e.v. oliva 1/2 bicchiere
* latte 1 bicchiere e 1/2
* sale q.b.

Preparazione

1) Prendete i cardi e togliete i filamenti, tagliateli a quadratini di 2 cm circa e immergeteli immediatamente in acqua fredda a cui avrete aggiunto il succo del mezzo limone.
Nel frattempo portate a ebollizione in una pentola tre litri d’acqua, buttateci i cardi e fate cuocere fino a quando siano diventati teneri, quindi scolateli e lasciateli da parte.

2) In un pentolino con un bicchiere di latte aggiungeteci l’aglio, dopo che l’avrete pelato e tolto l’anima interna. Fate cuocere per 15 minuti circa, quando l’aglio si sarà ammorbidito toglietelo dal latte, sgocciolatelo e mettetelo da parte.

3) Prendete le acciughe diliscatele e lavatele quindi mettetele in una terrina che avrete fatto scaldare a fuoco basso con l’olio, con un cucchiaio di legno mescolatele fino a farle sciogliere, facendo attenzione di non farle friggere. Aggiungete l’aglio schiacciandolo con una forchetta  e mescolando fino ad ottenere una salsa cremosa e liscia.
Lasciate insaporire per 10 minuti a fuoco lento, ma occhio a che non frigga…Passati questi 10 minuti aggiungete il cardo lessato e fate cuocere ancora per altri 10 minuti, mescolando ti tanto in tanto.

4) Sbattete le uova con il mezzo bicchiere di latte rimasto ed il grana padano grattugiato. Unite il tutto ai cardi, a questo punto (molto importante) mescolate rapidamente ed in continuazione fino a quando l’uovo avrà preso una consistenza vellutata e cremosa.
Aggiungete un po’ di sale e servite immediatamente in tavola. La riuscita di questo piatto dipende molto dalla tempestività del servizio, quindi in tavola deve essere tutto pronto.

    Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.