venerdì 24 maggio 2013

10 Regole per la Cottura della Pasta.

10 buone regole per la cottura della Pasta.

Come dice Gualtiero Marchesi, uno dei più famosi Chef Italiani e con lui tutti i maggiori Chef mondiali, “la corretta cottura della pasta è una sola: quella al dente”.

Pasta

Si raggiunge nel preciso momento in cui la pasta giunge a “perfezione” ovvero quando la pasta conserva all’interno quella fugace resistenza alla masticazione e stuzzica il palato con la sua morbidezza esterna.

La differenza tra il crudo e lo scotto è un attimo; la pasta è cruda quando all’interno la sezione rimane bianca e dura, è scotta invece quando, diventando molle, perde la sua consistenza.

Cuocere la pasta non è solo una questione di tempismo, per evitare di compromettere il piatto bisogna rispettare alcune indicazioni fondamentali e tenere sott’occhio accorgimenti importanti.

Le 10 buone regole per la cottura della pasta

  1. Mettere almeno almeno 1 litro di acqua ogni 100 g. di pasta
  2. Portare a ebollizione l’acqua, quindi salare con sale grosso marino e aspettare che il bollore riprenda.
  3. Rimestare la pasta appena buttata e aggiungere un cucchiaio di olio soprattutto se cuocete pasta fresca.
  4. Non spaccare la pasta lunga. Un minuto in più di pazienza e cottura non rovina nessuno e mescolare bene con un forchettone di legno.
  5. Mescolate la pasta di tanto in tanto affinché non si incolli.
  6. Per una cottura perfetta e uniforme coprite la pentola di cottura con il coperchio per 2/3, in modo tale da da far fuoriuscire il vapore.
  7. Assaggiare per verificare che la cottura sia al punto giusto, ovvero al dente.
  8. Passare la pasta sotto l’acqua fredda, solo ed esclusivamente per le paste fredde.
  9. La pasta deve sempre essere cucinata al momento e servita subito.
  10. Per le salse a base di formaggio, ricotta e panna lasciate un po’ dell’acqua di cottura della pasta per diluire il sugo e renderlo più sciolto.

Per la pasta fresca il tempo di cottura dipende molto dal formato, dallo spessore e da quanto è asciugata.
Il punto giusto è quando la pasta diventa tenera all’esterno , mentre la sua parte interna è ancora dura.

Pertanto per essere sicuri di una cottura “perfetta” assaggiamo sempre prima di scolarla.

Se questo post ti è piaciuto fai click sul pulsante "g+1" di Google Plus e condividilo su Facebook facendo click sul pulsante "Mi piace".

            Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.