martedì 23 agosto 2011

Aree parco, certificato produzioni dei parchi

Produzioni Aree Parco

Certificare le produzioni delle aree parco, che godono di specifiche e diversificate condizioni a livello climatico e vegetativo e che sono caratterizzate da un'ampia varietà di paesaggi agrari significa poter attraverso tale certificazione offrire informazioni aggiuntive ai consumatori e allo stesso tempo aiutare gli agricoltori che operano in zone marginali e difficili.

frutti-di-bosco

E' stato attivato un tavolo di lavoro con il Settore Parchi e gli Enti gestori delle aree parco per la definizione del progetto sperimentale di certificazione dei prodotti rientranti in tali aree e si sono presi in considerazione quali progetti pilota quelli già approvati e finanziati attraverso la misura INTERREG ALCOTRA riguardanti sistemi di certificazione di prodotti ricadenti sui territori transfrontalieri.

L'ipotesi è quella di attivare 4 progetti pilota per le produzioni in area parco da scegliersi prioritariamente nell'ambito delle aziende agricole ricadenti nell'ambito di parchi che hanno già avviato progetti di certificazione delle produzioni agricole (Gran Paradiso, Parco del Po Alessandrino, Lame del Sesia, Parco del Po Cuneese).

Etichettatura - come distinguere i prodotti certificati

Al momento non esiste ancora una certificazione Aree Parco garantita dalla Regione Piemonte.
Ma quando esisterà tale certificazione, l'etichettatura del prodotto AREE PARCO  sarà riconoscibile perché:

  • sarà presente il logo identificativo AREE PARCO

Inoltre qualora il prodotto sia realizzato in Piemonte potrà essere riconoscibile anche il marchio di valorizzazione AREE PARCO

Controllo - le garanzie per consumatori e produttori

Al momento non esiste ancora una certificazione Aree Parco garantita dalla Regione Piemonte.
Ma i prodotti Aree Parco, quando esisterà tale certificazione, garantiranno al consumatore che nel prodotto che sta acquistando è stato realizzato secondo il disciplinare appositamente approvato.
Tali garanzie verranno verificate con controlli ad opera di soggetti terzi, autorizzati con Decreto Ministeriale, e accreditati dall'organismo nazionale di accreditamento, secondo la norma  europea EN45011 o la guida ISO/IEC 65 (Requisiti generali relativi agli organismi che gestiscono i sistemi di certificazione dei prodotti), per la certificazione dei prodotti.
Il costo di tali controlli è sostenuto direttamente dai produttori.
Gli organismi di controllo saranno a loro volta sottoposti a vigilanza da parte di organismi pubblici che verificheranno il loro mantenimento dei requisiti minimi.

Info:

Regione Piemonte  - Assessorato Agricoltura - Direzione Agricoltura - Settore Tutela della qualità, valorizzazione e rintracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici - Corso Stati Uniti 21 10128 TORINO  - Tel. 011.432.2962-5246 Fax. 011.432.3964

Fonte: Piemonteagri.it

 

      Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.