lunedì 11 aprile 2016

Tinche in Carpione alla Piemontese


TINCHE IN CARPIONE ALLA PIEMONTESE

Tinca gobba dorata di Poirino


Tinche in carpione, non sono molte le ricette tipiche Piemontesi che abbiano come ingrediente principale il pesce, ma sicuramente c’è n’è una che tutti conoscono ed è appunto questa…le "Tinche in Carpione".

Tinca gobba di Poirino
La tinca dalla forma gibbosa e dalla livrea dorata è allevata da secoli negli stagni dell'area tra le province di Torino, Cuneo e Asti, dove già nel Medioevo esisteva una fitta rete di laghetti artificiali. 

Morbida e saporita, è protagonista della cucina locale (fritta, spesso - come in questa ricetta - marinata in carpione) e la sua produzione, in crisi per l'abbandono delle attività agro-zootecniche tradizionali, è stata rilanciata da un Presidio Slow Food ed è tutelata dalla Dop.

La tinca di cui parliamo oggi è quella DOP del Piemonte ovvero la “tinca gobba dorata di Poirino”.


Tipologia: antipasto
Porzioni: 4
Gusto: saporito
Tempo di preparazione: 40 min. + asciugatura e marinatura
Difficoltà: media
Abbinamento: Arneis docg

Ingredienti 
  • tinche 5 di circa 300 g. cad
  • olio per friggere q.b.
  • cipolla 1
  • carota 1
  • prezzemolo 1 ciuffo
  • fische d’aglio 2
  • bicchiere di vino rosso 1
  • bicchiere di aceto 1
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
Preparazione:

1) Lavate e sgocciolatele bene le tinche per poi avvolgerle in un canovaccio pulito. Lasciatele asciugare in frigorifero per almeno 24-36 ore: questa operazione permetterà di friggerle senza infarinarle.

2) Fatele friggere, con o senza infarinatura, in una padella con l’olio bollente. La frittura in abbondante olio richiederà circa 10 minuti.

3) Mentre le tinche friggono preparate a parte una marinata tritando la cipolla, la carota, il prezzemolo e l’aglio.

4) Fare soffriggere un poco il tutto aggiungendo il sale e il pepe, per ultimo il vino e l’aceto.

5) Portate ad ebollizione quindi versate la marinatura, bollente, sui pesci che avrete precedentemente disposto su di un piatto di portata con bordi alti o in una terrina.

Coprite e lasciate marinare per almeno 2 giorni. Servire il pesce in carpione ben freddo

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.