martedì 16 febbraio 2016

Minestra d’ Tajarin e Basan (Fagioli)

MINESTRA D' “TAJARIN E BASAN” (Fagioli)

Sempre restando nelle favolose “Terre Astigiane” troviamo un’altra ricetta contadina semplice e saporita, i “Tajarin con i Basan” ovvero, una minestra con i classici Tajarin ed i fagioli bianchi o i borlotti.

Minestra di Tajarin e fagioli
La buona riuscita di questa ricetta dipende molto dall’usare Tajarin fatti in casa e fagioli rigorosamente freschi e non quelli secchi tanto famosi in Piemonte.

Come tante ricette di minestre  per ottenere il massimo sapore bisognerebbe poterle cuocere in una una pentola di terracotta e sul “putagè”.

Tipologia: Primo piatto – Minestra
Porzioni: 4
Gusto: saporito
Tempo di preparazione: 1h 20’



Difficoltà:
media
Abbinamento: dolcetto docg


Ingredienti
  • Fagioli freschi borlotti o bianchi 250 g
    Costa di sedano con foglie 1/2
    Patata 1
    Cipolla rossa 1
    Lardo 50 g
    Conserva di pomodoro 2 cucchiaini
    Basilico 5/6 foglie
    Aglio 21 spicchio
    Olio e.v.oliva
    sale q.b.
    pepe q.b.
Preparazione

1) Sgusciate i fagioli freschi  e metteteli in una ciotola.

2) Prendete la pentola di cottura della minestra e metteteci il lardo con filo d’olio d’oliva. Fate scaldare e aggiungeteci la cipolla tritata, la patata sbucciata e tagliata a tocchetti, la costa di sedano con le foglie tagliata a pezzetti e 1/2 spicchio d’aglio. Fate rosolare il tutto a fuoco vivace per alcuni minuti e quando le verdure saranno dorate aggiungete i fagioli. Continuate a far rosolare per altri 5 minuti mescolando per bene. Ora aggiungete 1 litro d’acqua e la conserva di pomodoro e portate a bollitura, coprite con un coperchio e lasciate cuocere o fuoco lento fino a che i fagioli siano diventati morbidissimi.

3) Nel frattempo che cuoce preparate i Tajarin (la ricetta la trovate seguendo il link).

4) Quando i fagioli saranno, perfettamente, cotti toglietene un pochi e passateli al setaccio e poi rimetteteli nella pentola, questo servirà per addensare la minestra. Salate e pepate a gusto e fatte riprendere l’ebollizione, quindi aggiungete i Tajarin . Quando la pasta sarà cotta (pochi minuti) spegnete il fuoco.

5) Intanto che la pasta cuoce prendete un tagliere e metteteci il basilico, 1/2 spiccio d’aglio e salate. Tritate tutto finemente con una mezzaluna(no minipiner) evitando che le foglie di basilico anneriscano.
Unite il trito nella pentola della minestra, coprite con il coperchio e fate scaldare leggermente per circa 10 minuti. In questo periodo il profumo avrà modo di svilupparsi.

5) Servire calda

   Zia Fiorella

1 commento:

  1. Un piatto di minestra super gustoso nonostante la sua semplicità. Mi piace e in questo periodo va che è una meraviglia ! Claudia

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.