martedì 7 aprile 2015

Minestra “Tempesta” in Brodo di Gallina

TEMPESTA IN BRODO DI GALLINA
Antica Minestra Alessandrina

Minestra - tempesta - in brodo di gallina

La”tempesta” in brodo di gallina è anche questo un primo piatto antichissimo e lo troviamo in provincia di Alessandria e la loro origine riporta ai più famosi “passatelli” Emiliani e questo conferma l’influenza della cucina Padana nel basso Piemonte.

La “tempesta” in brodo di gallina era un piatto molto raffinato e veniva servito nei pranzi o nelle cene importanti.

Il nome “tempesta” viene dal fatto che in Piemontese la parola tempesta significa nella maggior parte dei casi la “grandine” e le palline che compongono questo saporito piatto assomigliano, appunto, a chicchi di grandine.

La buona riuscita di questa ricetta deriva principalmente dalla qualità del brodo e quindi dalla gallina che deve essere ruspante e non giovanissima.
L’altra parte della gallina potete servirla come secondo accompagnata dalle famose salse Piemontesi, vanno benissimo quelle del bollito misto.

Tipologia: primo piatto
Porzioni : 6
Gusto: saporito
Tempo di preparazione: 1 h e 30’
Difficoltà: medio – facile
Abbinamento: Grignolino

Ingredienti

gallina 1/2
carota 1
cipolla rossa piccola 1
sedano 1 costa
uovo 3 tuorli
pane casereccio raffermo grattugiato 60/80 g
sale q.b.
pepe.q.b.
noce moscata 1 pizzico
zafferano 1 pizzico (optional)
parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione

1) Per prima cosa prepariamo la gallina, togliamo le interiora, pulitela, lavatela e fiammeggiate la pelle. Mettetela quindi a lessare per 2 ore in in pentola con acqua leggermente salata, il sedano, la carota e la cipolla che avrete precedentemente lavato e tagliato a pezzi.

2) In una terrina mettete i 3 tuorli d’uovo, 1 pizzico di sale, il pane grattugiato, il parmigiano, un pizzico di pepe e di cannella. Mescolate con la forchetta e poi con le mani il tutto fino a ottenere un impasto compatto e consistente.

3) Prendete un poco alla volta dell’impasto e con i polpastrelli delle dita formate delle palline simili ai chicchi di grandine.

4) Passate le 2 ore e la gallina è lessata eliminate le verdure e filtrate il brodo togliendo il grasso con un cucchiaio. Ora prendete la gallina e spolpatela tagliandola a pezzettini grossi come una nocciola. Rimettete sul fuoco il brodo e quando questo bollirà uniteci la carne di 1/2  gallina e le palline, fate cuocere ancora per 4-5 minuti.

5) versate la minestra in una classica zuppiera e servitela fumante.

n.b. si possono aggiungere anche 1/2 fegatino della gallina, alcune foglie di prezzemolo e aglio, rendendo la nostra minestra più saporita.

  Zia Fiorella

2 commenti:

  1. Qui da te imparo significati e piatti Piemontese che magari non conoscevo, anche se abito da un bel pò di anni ad Asti, ma pian piano mi piace scoprirli. Buona questa minestra e riscaldante, visto che fuori anche se c'è sole in questi giorni, un pò frescolino lo è !

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.