venerdì 22 novembre 2013

Bagna del Diavolo da accompagnare alla Polenta

BAGNA DEL DIAVOLO ANTICA E STORICA SALSA “ASTIGIANA” DA ACCOMPAGNARE ALLA POLENTA

BAGNA DEL DIAVOLO O DELL’INFERNO

Questa Salsa è uno dei più diffusi  accompagnamenti delle polente contadine, tornata in auge anche per farcire i vol-au-vent

Bagna del diavolo con polenta

Dalla metà del secolo XVIII anche nella provincia di Asti la “polenta” la faceva da padrona, ma meno che nelle zone del polesine o nella bassa Emiliana in quanto i contadini Astigiani erano, possiamo dire, meno poveri in quanto la maggior parte di essi era proprietario delle loro terre e anche se con molta fatica avevano  a disposizione dei prodotti che consentiva loro di assicurarsi sempre del cibo dignitoso, vario e, molto importante, salutare.

La polenta era,comunque, in tavola tutti i giorni e molto frequentemente veniva accompagnata da una bagna (salsa) calda che variava, negli ingredienti, da zona a zona ma che aveva in comune l’uso dello “spagnolinopeperoncino piccante che dava il nome a questa bagna ovvero “bagna del diavolo” o “dell’inferno”.

La ricetta della bagna del diavolo che vi propongo è quella classica della zona dell’Astesana.

Anche in questa ricetta troviamo, come in tantissime ricette della provincia di Asti, le acciughe tra gli ingredienti. Puoi approfondire l’argomento leggendo “Asti capitale del Bon Vive”.

Il tempo di preparazione è di circa 40 minuti ed ha una difficolta medio-bassa.

Ingredienti per la bagna del diavolo 6-8 persone

  • acciughe rosse, salate, di Spagna 200 g
  • cipolle 500 g
  • porri 500 g
  • capperi sotto sale 1 cucchiaio
  • burro 40 g
  • aglio 2 denti
  • “spagnolino” 1
  • brodo (facoltativo)
  • olio e.v. di oliva 1/2 bicchiere

Preparazione

Mondate, lavate e tritate le cipolle e i porri, dei porri tritate anche due dita della parte verde.

In un tegame di terracotta fate scaldare l’olio ed il burro e prima che inizi a friggere aggiungete il trito di verdure che farete appassire a fuoco lento.

Aggiungete, ora, le acciughe ben lavate e diliscate, i capperi che avrete messo precedentemente in ammollo e tagliati grossolanamente, i 2 spicchi d’aglio interi e un pezzetto di spagnolino, quanto grosso dipende le vi piace più o meno piccante.

Fate cuocere a fuoco lento per almeno 20 minuti e di tanto in tanto aggiungete alcuni cucchiai d’acqua o di brodo per far si che gli ingredienti formino una salsa omogenea, saporita e piccante al gusto.

Una volta pronta la bagna verrà versata al centro polenta, fumante, dove avrete fatto un foro per sistemarla.

Se questa ricetta ti è piaciuta condividila su Facebook, Twitter r Google+.

        Sergio

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.