martedì 10 settembre 2013

Il Botulino pericolo mortale

Il botulino

Botulino_pericolo tossico

Terminiamo il capitolo conserve, marmellate e confetture con un post molto importante che parla del batterio "botulino" che può causare grossi problemi di salute e a volte anche la morte per chi ingerisca alimenti non ben conservati.

Il botulino

Il nome latino è Clostridium botulinum e parliamo di un batterio che è normalmente presente nel nostro corpo e nei vari cibi che ingeriamo. Quando però la quantità è eccessiva (e può succedere se gli alimenti sottovetro non sono stati preparati e/o conservati in modo ottimale) può causare pericolosissime intossicazioni, a volte anche mortali.

Possiamo però accorgerci della presenza (proliferazione) del botulino perché la frutta e la verdura diventano rancide e molli, il liquido di conservazione torbido e le capsule dei vasetti si gonfiano.

E' un pericolo comune perché il botulino si sviluppa in ambiente con mancanza d'aria (anaerobico) e a temperature che possono variare dai 3 ai 30°C. L'unica condizione in cui il botulino non può svilupparsi è quando vi sia un'acidità inferiore al pH 4,5 , perciò non si troverà nei sottaceti o in presenza di altri ingredienti di conservazione come limone, sale e zucchero o con verdure particolarmente acide come i pomodori.

I sintomi dell'intossicazione si possono notare dopo 12-6 ore in quanto insorgono fenomeni di nausea e vomito. In seguito la tossina sviluppata dal botulino può causare la paralisi dei centri nervosi. In questo caso è necessario intervenire subito con l'antitossina perché, ripeto, il pericolo è mortale.

Se questo post ti è piaciuto e lo trovi interessante condividilo su Facebook, Twitter e Google+.

             Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.