lunedì 30 settembre 2013

Mustaccioli Cuneesi

I Mustaccioli
di Cuneesi
Mustaccioli Cuneesi

I Mustaccioli Cuneesi sono una specialità dolce della città di Cuneo anche se si possono trovare in altre zone della provincia Granda.

La particolarità dei Mustaccioli Cuneesi è di essere di forma romboidale e di colore violetto dovuto al vino Barbera che si usa nella loro preparazione.

Preparare i Mustaccioli Cuneesi è abbastanza semplice veloce, pertanto vale sicuramente la pena provare a preparare questi dolci saporiti e profumati di spezie.

Ingredienti per i Mustaccioli Cuneesi (4 persone)

  • farina 500 g.
  • vino barbera 2 bicchieri
  • cannella in polvere 1 pizzico
  • zucchero 200 g
  • chiodi di garofano in polvere 1 pizzico

venerdì 27 settembre 2013

Come Surgelare il Pesce

Come Surgelare il Pesce

Pesce surgelato

Abbiamo visto come congelare la carne, le uova ed i latticini vediamo in questo post come congelare in modo ottimale il pesce.

Per prima cosa bisogna che il pesce sia freschissimo e pescato in acque pulite e non contaminate.

I pesci più adatti ad essere congelati sono quelli magri es. branzino, merluzzo, luccio, orata, nasello, razza, palombo e sogliola; mentre i pesci semigrassi es. pesce spada, dentice, cefalo, tonno, sarda, trota e triglia e pesci grassi es. salmone, sgombro, anguilla e aringa hanno un tempo di conservazione inferiore.

I pesci congelati si conservano da 1 a 3 mesi, vediamo ora alcuni consigli per una buona congelazione del pesce.

pulire bene il pesce prima di congelarlo e se necessario togliere la testa, coda, squame e pinne e poi potete anche tagliarlo in filetti o tranci.

Gli anicini o Anisin

Gli Anicini o Anisin

Anicini

Gli anicini sono biscotti storici della cucina Piemontese, la loro preparazione si perde nella notte dei tempi e ha accompagnato le nostre colazioni e merende da sempre.

Tutti conoscono gli anicini anche se si sono persi un po’ con l’avvento di tutte le merendine e biscottaglia già pronta che troviamo un po’ ovunque.

Inutile dire che il profumo tipico degli anicini è l’uso dei semi di anice, un profumo rimasto sempre uguale nel tempo e che caratterizza la panetterie e pasticcerie che ancora lo producono.

Ingredienti per gli anicini

  • farina bianca 450 g
  • miele 20 g
  • zucchero 250 g
  • uova 6
  • semi di anice 30-40 g
  • lievito 1 punta

giovedì 26 settembre 2013

Come Surgelare Uova Latticini Burro e Formaggi

Come Surgelare
Uova, Latte,Burro, Formaggio e Latticini

latte

Forse non tutti sanno che è possibile surgelare uova, formaggi, latte, latticini, burro e quant’altro, in questo post vediamo alcuni consigli per surgelarli al meglio.

Alcuni consigli su come conservare le uova e i latticini:

  • le uova vanno sempre sgusciate...si può separare i tuorli dagli albumi e congelarli separatamente.
  • gli albumi si possono congelare senza aggiungere sale o zucchero, si possono congelare anche gli albumi montati a neve.
  • mescolare leggermente i tuorli aggiungendo sale (1 grammo per tuorlo) o zucchero (2-3 grammi per tuorlo) a seconda di come saranno usati.

Pasta Fresca Nera al Nero di Seppia

La pasta nera

Pasta nera al nero di seppia

Dopo aver visto come preparare la ricetta base per la pasta fresca, vediamo come preparare la pasta nera.

Preparare la pasta fresca nera è leggermente più difficoltoso che fare la pasta verde, rossa ecc.. ma comunque niente di particolare.

La pasta nera si adatta, quasi esclusivamente, a sughi di pesce in quanto si tinge con il nero di seppia.

mercoledì 25 settembre 2013

Come Surgelare la Carne

Come Surgelare la Carne

Carne surgelata

E' una pratica ormai diffusissima e importante quella di surgelare la carne, ma forse non ne conosciamo quale sia il metodo migliore equali sono i segreti per una congelazione sicura e che mantenga inalterati i sapori.

Oggi come oggi il metodo migliore per conservare la carne è la surgelazione, in quanto tutti i tipi di carne possono essere surgelati, con ottimi risultati, nel congelatore di famiglia.

Vediamo alcune, fondamentali, regole:

• la carne deve essere fresca e di ottima qualità

• dividete la carne in piccoli pacchetti e/o confezioni che siano adatte ad un unico consumo a seconda delle esigenze famigliari.

martedì 24 settembre 2013

Lasagne al Sangue Ricetta della Cucina Povera Piemontese

Lasagne al sangue
Ricetta della cucina povera Piemontese

Lasagne al sangue

Dopo aver visto la ricetta della “Brudera” vediamo un’altra ricetta della “ricca” cucina povera Piemontese le lasagne al sangue.

La ricetta delle lasagne al sangue hanno un origine secentesca e sono un piatto tipicamente Albese, infatti, se ne ritrova traccia solo in questa zona e come per la Brudera questo piatto veniva preparato, insieme a l’Orion quando, di solito, nel mese di gennaio nelle cascine veniva ucciso il maiale.

Nella zona delle Langhe troviamo invece la “Torta di sangue” che posterò in futuro e anch’essa ha  in comune, come ingrediente base il sangue del maiale.

Ingredienti per le lasagne al sangue (6 persone)

  • cipolla 1
  • rosmarino 1 rametto
  • prezzemolo 1 ciuffetto
  • filoni 250 g
  • lacetto 250 g
  • ghiandola di maiale 50 g
  • pasta di salciccia 250 g
  • lasagne fatte in casa 600 g
  • sangue di maiale 3/4 di litro
  • latte 1 bicchiere
  • formaggio grana grattugiato q.b.

lunedì 23 settembre 2013

Crudo di Cuneo…già contraffatto

Il Consorzio di tutela del marchio mette in guardia dalle contraffazioni. Il prosciutto originale in salumeria dall’autunno

Crudo di Cuneo

Il Crudo di Cuneo

Cuneo Copiato prima ancora di arrivare in salumeria. Il Prosciutto Crudo di Cuneo Dop non è ancora in commercio, ma già detiene l’inedito record di imitazioni… precoci.

Lo segnala in questi giorni un comunicato del Consorzio di tutela del prodotto mettendo in guardia i consumatori dalla frode alimentare: «Stiamo ricevendo diverse segnalazioni di utilizzo non conforme o fraudolento del marchio del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop», scrive il Consorzio, che diffida gli operatori del settore alimentare a “non commercializzare e a non utilizzare prosciutti crudi di provenienza non certificata spacciandoli per Crudo di Cuneo Dop”. Una contraffazione per certi versi curiosa, considerato che il prosciutto originale, prodotto al momento dalla sola azienda Carni Dock di Lagnasco a marchio Salumeria Grandock, non è ancora in vendita. Lo sarà a partire dall’autunno, com’è stato annunciato nel giugno scorso a Saluzzo durante la presentazione condotta dal critico gastronomico Edoardo Raspelli, con il patrocinio della Provincia di Cuneo e davanti a un folto pubblico di autorità, operatori del settore e giornalisti.

Brudera piatto della Cucina Povera Piemontese

“Brudera”
piatto della cucina povera Piemontese

Zia in cucina

Alla ricerca di ricette Piemontesi sconosciute o quasi perchè non si può sempre parlare di Bagna cauda, tajarin, bagnet verd  etc.. si trovano in tutti i siti e in tutti i libri che parlano di cucina e allora infischiandomene del numero di visitatori che avrà questo post, vi propongo la “Brudera”.

La Brudera è un piatto della cucina povera Piemontese che veniva preparato, solitamente, nelle cascine quando veniva ucciso il maiale.

Ingredienti per la Brudera (4 persone)

  • riso 250 g
  • costine di maiale 300 g
  • gallina 1/4
  • sangue di maiale q.b.
  • cipolla bionda 1
  • burro 80 g
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

domenica 22 settembre 2013

Guida delle Piole di Torino

La Guida delle Piole di Torino è un libro che consiglio a tutti, a tutti quelli che come me le hanno vissute, anche se in parte, e a quelli, i più giovani, che ne hanno solo sentito parlare e non sanno cosa si sono persi.

guida alle Piole di Torino

Non solo Piole ma anche le bocciofile e le mescite di vino, tutti locali che hanno fatto la loro parte nella storia di Torino, una storia che si sta perdendo e con lei si perdono i tratti caratteristici e veri di una città che viveva e godeva di cose povere ma schiette di personaggi che se non li hai visti con i tuoi occhi non crederai mai che siano esistiti…ora invece ci sono i locali di kebab, che tristezza.

Chi è stato giovane negli anni ’70 ricorda un felice peregrinare di piola in piola anche in ore non esattamente dedicate al vino e al cibo.
Si tagliava da scuola e c’era chi cominciava a trincare qualche vinaccio anche prima di mezzogiorno.
Erano locali fumosi dove, come davanti alle fabbriche, si sperimentava un’inedita e poi scomparsa simbiosi fra studenti borghesi e proletariato, fatta di anziani seduti davanti al quartino e al mazzo di carte e di giovani a strologare di politica e signorine.
E si gustavano le cose vere della cucina povera piemontese servite su tovaglie a scacchi, dal salame agli ovetti, alle immancabili acciughe al verde  e, ça va sans dire, i tomin eletric.

Prefazione di Bruno Gambarotta

Da dove iniziare un discorso sulle piole? Si potrebbe intanto cercare di definire un modello ideale di piola, elencandone i tratti caratteristici in modo che il lettore possa verificare sul terreno, nell’uso pratico della guida, quanto quelle esistenti differiscano dal modello, senza che questo diventi un canone rigido di esclusione o di inclusione ma rimanga un gioco.

venerdì 20 settembre 2013

Il riso Piemontese è il numero 1 per la qualità

Il riso Piemontese è il numero 1 per la qualità ed è una risorsa importantissima per le provincie di Novara e Vercelli e ogni tanto sene ricordano pure i politici.

Cota e il riso

C’era anche il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, al “battesimo della mietitura del riso” svoltosi il 16 settembre nella cascina Scudo Bianco di Vercelli.

Un evento che ha fornito a Cota l’occasione per ricordare che “il riso è una ricchezza per il nostro territorio, ha una qualità inattaccabile perché siamo i numeri uno e la Regione lo vuole valorizzare. La stagione inizia con quindici giorni di ritardo, è stato un anno difficile, però mi dicono che il raccolto è buono e che bisogna ben sperare”.

Sancarlin antipasto Piemontese

Sancarlin

crostini-formaggio

Il Sancarlin è un antipasto Piemontese poco conosciuto a base di “Mascarpa”, la Mascarpa si ottiene dal riscaldamento del siero che può essere di latte vaccino o caprino. In alpeggio le forme sono solitamente racchiuse in teli di sgrondo e appese a sostegni. Viene preferibilmente consumata fresca, in alcuni casi è affumicata. La mascarpa è un prodotto tipico delle Valli Ossolane.

Se non troviamo la mascarpa, per preparare i Sancarlin possiamo usare i buonissimi tomini di Chiaverano o simili.

Ingredienti per il Sancarlin (6 persone)

  • formaggio q.b.
  • aglio 1 dente
  • olio e.v. oliva 1 cucchiaio
  • peperoncino piccante essiccato q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Tartrà Salata ricetta originale Piemontese

“TARTRÀ” SALATA

Ricetta Originale

Tartrà Salata

Questa ricetta della “Tartrà Salata” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

“TARTRÀ” SALATA
Ingredienti

  • 4 uova intere più due tuorli
  • ½ litro di latte intero
  • ¼ di panna liquida
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di formaggio grana grattugiato
  • 1 cucchiaio di trito di alloro, salvia e rosmarino
  • burro 
  • sale,
  • pepe nero macinato
  • noce moscata

giovedì 19 settembre 2013

Chipotle sfida McDonald’s sulla qualità

Interessante questo video dove il buono vince sul cattivo e questa volta parliamo di cibo…

Chipotle contro McDonald’s

Chipotle va all’assalto di McDonald’s con “Scarecrow”, un video di tre minuti nel quale accusa la concorrenza di produrre cibo modificato al punto da essere quasi plastica. Chipotle è la catena di fast food “Mexican Grill” che, numeri alla mano, sta rubando clienti e mercati a McDonald’s: apre i punti vendita a ridosso dei McDonald’s più in difficoltà, offrendo cibi messicani confezionati in loco, sullo sfondo di musiche caraibiche e in locali ben curati.

Il Piemonte a Cheese

Dal 20 al 23 settembre a Bra si svolgerà Cheese, vediamo come sarà presente il Piemonte.

Cheese

A Cheese, in programma a Bra dal 20 al 23 settembre, il sistema lattiero-caseario e zootecnico piemontese sarà rappresentato in un’area espositiva collettiva sita in piazza Spreitenbach organizzata da Assopiemonte dop e igp, l’associazione che raggruppa i sei consorzi di tutela dei formaggi dop piemontesi, in collaborazione con gli assessorati all’Agricoltura e all’Economia montata della Regione.

Un ricco calendario di eventi e incontri proporrà i temi, i problemi, le novità del comparto e permetterà di presentare e degustare i formaggi, il crudo di Cuneo e il riso di Baraggia del Piemonte, anche in abbinamento con i grandi vini e altri prodotti agroalimentari.

Prus Martin ricetta originale Piemontese

Prus Martin
Ricetta Originale

Prus Martin

Questa ricetta dei “Prus Martin” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

PRUS MARTIN
Ingredienti


  • 12 pere Martin
  • 1 lt. vino rosso
  • 100 gr. zucchero
  • 6 chiodi di garofano
  • cannella

 

martedì 17 settembre 2013

Pocia delle Langhe ricetta originale

“POCIA” DELLE LANGHE
Ricetta Originale

Pocia delle Langhe

Questa ricetta della “Pocia delle Langhe è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

Ingredienti
(per 6 persone)

  • 500 gr. farina gialla
  • ½ cavolo verza
  • 300 gr capocollo di maiale
  • 500 gr. costine
  • 300 salsiccia
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio aglio
  • sale
  • pepe
  • 100 gr. burro
  • 100 gr. formaggio grana

lunedì 16 settembre 2013

Donderet ricetta originale Piemontese

Donderet
Ricetta originale

Donderet

Questa ricetta dei “Donderet” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

DONDERET
Ingredienti

8 patate grosse
250 gr. farina
4 uova
sale
noce moscata

sabato 14 settembre 2013

Vitel Toné Antica Maniera ricetta originale Piemontese

“VITEL TONÉ” ANTICA MANIERA

Ricetta Originale

Vitel Tonè - Vitello Tonnato

Questa ricetta del “Vitel Toné Antica Maniera” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

“VITEL TONÉ” ANTICA MANIERA
Ingredienti
(per 8 persone)

  • 1 kg sottofiletto, scamone  o rotonda di fassone piemontese
  • 12 acciughe
  • 2 tuorli d’uovo sodo
  • tuorli d’uovo freschi q.b.
  • vino bianco e acqua in pari quantità
  • ½ bicchiere aceto 
  • brodo
  • olio 
  • burro 
  • farina
  • sale
  • gusti: cipolla, 2 foglie di alloro, 3 chiodi di garofano, 3 grani di pepe, cannella

venerdì 13 settembre 2013

Pollo alla Babi

Pollo alla Babi

Pollo alla babi

Non vi è alcun dubbio sulla provenienza Piemontese, meglio Torinese di questa ricetta il nome “babi” significa rospo.
Infatti per preparare il pollo alla “babi” bisogna appiattirlo battendolo più volte con il batticarne, ma andiamo per ordine… Il pollo alla babi è facilissimo da preparare e ci servono pochissimi ingredienti.

Ingredienti per il pollo alla babi (4 persone)

  • Pollo ruspante 1
  • olio e.v. oliva 1/2 bicchiere
  • aglio 1 dente
  • rosmarino 1 dente
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Brut e Bon dolci tradizionali Piemontesi ricetta originale

Brut e Bon
Ricetta Originale

Brut e Bon

Questa ricetta dei “Brut e Bon” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

BRUT E BON
Ingredienti

25 gr. glucosio
85 gr. albume d’uovo 
70 gr. zucchero
275 gr. zucchero a velo
600 gr. nocciole

giovedì 12 settembre 2013

Bonet dolce tipico Piemontese ricetta originale

“Bonet” dolce tipico Piemontese
Ricetta Originale

Bonet

Questa ricetta del “Bonet” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

BONET
Ingredienti
(per 6 persone)

10 tuorli d’uovo (solo i tuorli!)
8 cucchiai di zucchero
100 gr. amaretti
un bicchiere di rhum
50 gr. cacao
0,700 lt. di
latte

mercoledì 11 settembre 2013

Bagna Caoda senza aglio detta Bagna dell’Amicizia

BAGNA CAODA SENZA AGLIO DETTA “BAGNA DELL’AMICIZIA”
DEI CANONICI DI VEZZOLANO
Riscoperta da Ermanno Marchisio

Bagna dell'amicizia

Questa ricetta della Bagna Caoda senza aglio detta “Bagna dell’Amicizia” è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

Ingredienti
(per 10 persone)

1 kg. di topinambour
500 gr. di acciughe
1 lt. olio d’oliva
250 gr. noci trite
peperoncino q.b.

martedì 10 settembre 2013

Come Essiccare i Pomodori

Come Essiccare i Pomodori

pomodori secchi

A richiesta scrivo questo post che tratta i punti salienti per una buona essicazione e conservazione dei pomodori secchi.

Tenete presente che con 20 kg di pomodori freschi otterremo 2,0 kg di pomodori secchi

 

Gli ingredienti sono solo 2, i pomodori ed il sale…ah! dimenticavo il sole.

Preparazione

Come pomodori consiglio i San Marzano, importante che non abbiano punti marci ed eliminate, l’eventuale picciolo.

  • Lavate, asciugate e tagliate a metà i pomodori
  • Mettete i pomodori su di un essiccatoio o altro aggeggio che possa essere trasportato facilmente dentro e fuori casa.

Il Botulino pericolo mortale

Il botulino

Botulino_pericolo tossico

Terminiamo il capitolo conserve, marmellate e confetture con un post molto importante che parla del batterio "botulino" che può causare grossi problemi di salute e a volte anche la morte per chi ingerisca alimenti non ben conservati.

Il botulino

Il nome latino è Clostridium botulinum e parliamo di un batterio che è normalmente presente nel nostro corpo e nei vari cibi che ingeriamo. Quando però la quantità è eccessiva (e può succedere se gli alimenti sottovetro non sono stati preparati e/o conservati in modo ottimale) può causare pericolosissime intossicazioni, a volte anche mortali.

Bagna Caoda ricetta originale

Bagna Caoda
Ricetta Originale

Bagna Caoda

Questa ricetta della Bagna Caoda è stata tratta da Le ricette del Piemonte nelle raccolte delle Biblioteche Civche Torinesi.

Ingredienti
(per 6 persone
)

1 testa d’aglio a testa
1 etto di acciughe rosse di Spagna a testa
3-4 bicchieri di olio extra vergine, poco burro
verdure crude a piacere: cardi “gobbi” di Nizza Monferrato o “spadoni” di Chieri e Andezeno, topinambur, cavoli, peperoni di Carmagnola, sedani bianchi o rossi di Orbassano, scarola e indivia, porri teneri, cipollotti verdure cotte a piacere: peperoni al forno, barbabietole rosse, cipolle, patate, rape di Caprauna al forno, cavolfiori, cuori di cavolo lessi.

Bicerin Tipica Bevanda Analcolica di Torino

“Bicerin” Tipica Bevanda analcolica di Torino

bicerin_Torino

Il bicerin è una caratteristica bevanda analcolica torinese che viene servita nel bicchiere, da cui il termine piemontese "bicerin" (piccolo bicchiere). Si ottiene da particolari miscele di cacao, caffè e latte intero secondo una ricetta segreta.

Ha una consistenza cremosa ed è caratterizzata da un colore marrone nella parte inferiore e da un colore bianco in superficie.

La produzione del bicerin avviene ancora in poche caffetterie di Torino.

Il Bicerin è Certificato PAT della Regione Piemonte.

Preparazione

La selezione delle materie prime è la fase più delicata per ottenere un ottimo bicerin. Per il cacao la lavorazione inizia dalla torrefazione che è molto lenta per permettere al cuore delle fave di cuocere senza bruciare l'esterno. Segue la frantumazione delle fave raffreddate, per eliminare la buccia che è la parte legnosa, poi vi è la raffinazione, il concaggio e la pressatura in modo da ottenere la polvere di cacao.

lunedì 9 settembre 2013

Ricette Storiche Piemontesi in versione originale

Ricette Storiche Piemontesi
in versione originale

Enogastronomia Piemonte e Valle d'Aosta

In questo post riporto, alcune Ricette Storiche Piemontesi che sono conservate nelle raccolte delle Biblioteche Civiche Piemontesi.

Decine se non centinaia sono i libri presenti nelle Biblioteche Civiche Piemontesi ed il percorso bibliografico è stato realizzato in collaborazione con l’Accademia delle Tradizioni Enogastronomiche del Piemonte e si articola in quattro paragrafi: la storia e le tradizioni della cucina piemontese, i prodotti tipici, gli itinerari enogastronomici, le contaminazioni tra cucina, arte, e scrittura.

I volumi posseduti possono essere consultati o presi in prestito presso la Biblioteca civica centrale di
via della Cittadella 5 e le altre sedi del Sistema bibliotecario urbano indicate di seguito ad ogni opera.
Unitamente alla bibliografia si presentano otto importanti ricette certificate dal

Robiola d’Alba o Toma Albese , ricetta per farla in casa

La Toma o Robiola d’Alba, una ricetta particolare, vediamo come fare in casa la famosa  “Robiola d’Alba”. La robiola o toma ovviamente è un formaggio, può sembrare strano poterlo fare in casa, ma tutto sommato non poi così difficile.

robiola_Alba

Si possono fare “Tome” con latte di mucca, latte di pecora, e di capra, quella che vi insegno a fare è la “Robiola” classica della zona di Alba e quindi delle Langhe o se vogliamo anche del Roero, quindi latte di pecora con una piccola percentuale di latte di capra.

Armiamoci di buona pazienza e di questi pochi attrezzi:

  • una casseruola
  • un colino
  • una fassella
  • un cucchiaino
  • un cucchiaio

Tutte cose che abbiamo già in casa….ora veniamo agli ingredienti:

  • 2 litri di latte di pecora
  • 1/2 litro di latte di capra
  • 1 cucchiaino di caglio
  • sale

La Pastiera Napoletana - Ricetta Originale

La Pastiera Napoletana

Ricetta Originale

pastiera napoletana

La Pastiera Napoletana, adorata da mio marito, è un'altra ricetta inviatami da una lettrice del blog, Assunta, che ringrazio e pubblico testualmente.

Diciamo che se vogliamo avere il piacere di farci da noi questa bella e buona Pastiera Napoletana, dobbiamo pensarci tre giorni prima. Infatti dovremo mettere a bagno il grano per tre giorni in modo da ammorbidirlo. Poi ci servirà una teglia tonda ma con i bordi smontabili oppure di quelle con il fondo alzabile, in modo da non dover capovolgere la torta per toglierla dalla teglia.

Ingredienti per la Pastiera Napoletana

• grano già bagnato 250 g
• rossi d'
uovo 9
• albumi 4
latte 1/2 litro
• ricotta 500 g
• farina 300 g
• zucchero in polvere 500 g
burro 150 g
• zucchero a velo q.b.
• buccia di limone q.b.
• cannella q.b.
• canditi misti 200 g

domenica 8 settembre 2013

Nuova Rubrica le “Ricette Veloci” ma non solo…

Nuova Rubrica le “Ricette Veloci” ma non solo…

Ricette Veloci

Nei prossimi giorni proporrò una nuova rubrica “Ricette Veloci per tutte quelle persone che non hanno tempo e/o voglia di preparare dei piatti elaborati ma che non vogliono rinunciare a mangiare bene e si rifiutano ad ingoiare cibi precotti o imbustati a pranzo e a cena.

Le Ricette Veloci, molto adatte ai single si caratterizzano oltre che per la velocità nella preparazione anche perché occorrono pochi ingredienti e di facile reperimento per la preparazione.

Saranno anche ricette di veloce scrittura da parte mia, senza fronzoli e fotografie, così da poterli inserire in poco tempo e quindi scriverne di più e tutte saranno contraddistinte dalla foto dell’hamburger, diventato, in tutto il mondo, sinonimo di cucina veloce.

giovedì 5 settembre 2013

Pasta Fresca Gialla/Arancione con la zucca

La pasta gialla/arancione

Pasta fresca colorata

Dopo aver visto la ricetta base per fare la pasta fresca all'uovo, vediamo come preparare la variante di color giallo/arancione che si ottiene semplicemente usando polpa di zucca.

Anche in questo caso a causa dell'acqua contenuta dalla zucca aumenteremo la dose di farina, rispetto alla ricetta base, che ci permetterà di asciugare l'umidità in eccedenza.

Ingredienti:

  • zucca gialla 400 g
  • farina bianca 400 g
  • uova 2
  • sale q.b.

martedì 3 settembre 2013

Arrosto di vitello con Castagne

Arrosto con le Castagne

arrosto_con_castagne

Un altra ricetta per cucinare un’arrosto direte voi..,ebbene si ne vale la pena l’arrosto con le castagne è tipico del periodo autunnale/invernale quando in commercio si trovano le castagne fresche o meglio ancora i marroni, che in Piemonte sono eccezionali specialmente quelli delle montagne Cuneesi.

La preparazione  dell’arrosto con le castagne è semplicissima ma il risultato è inversamente proporzionale infatti è buonissimo con gusti e profumi esagerati.

Per la carne consiglio quella di vitello della razza Piemontese.

Ingredienti per l’arrosto con le castagne (4/6 persone)

  • carne di vitello per arrosto1,2 kg
  • castagne grandi 25
  • burro 50 g
  • cipolla rossa 1
  • aglio 1 dente
  • alloro 2 foglie
  • vino bianco secco 1 bicchiere
  • rhum 1 bicchierino
  • brodo di carne 2 mestoli
  • latte 1 bicchiere
  • olio e.v. oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

lunedì 2 settembre 2013

Pasta Fresca Verde con spinaci

La pasta fresca verde

Pasta fresca verde

Per preparare la pasta fresca verde, oltre a seguire le indicazioni per la preparazione della ricetta base della pasta fresca, calcolate che… per ogni 100 g di farina dovrete aggiungere 50 g di spinaci, sempre da amalgamare con un uovo e un pizzico di sale.

Preparazione:

Sulla spianatoia mettete la farina a fontana e al centro metteteci le uova, un pizzico di sale e gli spinaci, precedentemente lessati in abbondante acqua salata, scolati, strizzati e tritati.

Lavorate il composto per alcuni minuti. Qualora l'umido degli spinaci richieda altra farina, unitela un poco alla volta. Lasciate riposare l'impasto per 15 minuti circa e poi tiratela con il mattarello, a sfoglia, non troppo sottile.

Pasta Fresca Rossa colorata con pomodoro

La pasta fresca rossa

Pasta fresca colorata

Dopo aver visto la ricetta base per la preparazione della pasta fresca, vediamo come preparare la “pasta fresca rossa”.

Ingredienti per la pasta fresca rossa:

• farina 400 g
• uova 3
• concentrato di pomodoro 3 cucchiai
• sale q.b.

Batsoà (zampetti di maiale) all’Astigiana

Batsoà o Zampetti di Maiale all’Astigiana

Batsoà

I Batsoà ovvero gli zampetti di maiale sono un piatto che viene dalle località contadine del Monferrato, quel Monferrato Astigiano che ci da tantissime ricette e sempre molto saporite.

Il nome Batsoà deriva dal francese bas de soie (calze di seta). Mah!!

Ingredienti per i Batsoà (4 persone)

  • zampetti di maiale 4
  • aceto di vino bianco 1/2 litro
  • limone 14
  • vino bianco 1/2 litro
  • prezzemolo 1 ciuffo
  • uova 2
  • carota 1
  • sedano 1 costa
  • pangrattato 1 pugno
  • cipolla 1
  • olio per frittura q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.