domenica 7 luglio 2013

La Cucina Inglese: Ricette, Tradizioni e Storia

La Cucina Inglese:

Ricette, Tradizioni e Storia

Fish & chips

In Inghilterra le abitudini alimentari sono completamente diverse dalle nostre; iniziamo dalla prima colazione (breakfast) che qui è considerata un vero e proprio pasto, forse il più importante della giornata, e viene consumata, solitamente, in sala da pranzo, sulla tavola apparecchiata con cura.

Si beve l’immancabile the ben caldo e profumato, oltre a succhi di frutta, e si mangiano cibi sostanziosi: aringhe affumicate grigliate e imburrate, il “porridge” (pappa di fiocchi d’avena), uova fritte al prosciutto o becon, fette di pane in cassetta imburrate e spalmate di marmellata.

Il lunch, che corrisponde al nostro pranzo, è invece piuttosto sbrigativo e frugale: consiste spesso in un ricco “sandwich” o in una braciola di maiale con contorno di patate.

 

La frutta fresca si consuma pochissimo e così il pane, se si esclude qualche rara fetta di pane in cassetta; da bere the o birra o”squash” succo di frutta diluito in acqua minerale.

A metà pomeriggio la seconda riunione di famiglia per una tazza calda di the accompagnata da “scones”, “muffins”, biscottini, panini caldi imburrati e tanti altri dolcetti preparati in casa poichè è ritenuto di pessimo gusto servire il the con dolci acquistati in pasticceria.

La cena si apre con una minestra “soupe”, qualche volta preceduta dagli antipasti che non sono però di rigore; segue un piatto di carne accompagnato da salse e legumi vari: ricordiamo il cosciotto di montone arrostito e le “lamb chops” (cotolette di agnello), il conosciutissimo “rost-beef” e i diversi pasticci di carne che viene tritata e mescolata con altri ingredienti come rognone, sugo d’arrosto e verdure, racchiusa in una pasta sfoglia e cotta in forno.

Alla fine del pranzo viene servito uno dei complicati dolci (no certo raffinati, ma molto nutrienti) di cui è ricca la gastronomia inglese: generalmente una torta farcita o un budino (pudding). Il dolce tradizionale natalizio è il  “Christmas Pudding”, di fattura piuttosto complessa, che viene preparato parecchi giorni prima di essere gustato.

Quanto sopra esposto giustifica il fatto che gli inglesi non siano considerati gastronomi d’alto livello, ed essi stessi lo ammettono affermando però che la loro cucina è forse inferiore qualitativamente alle più rinomate, ma certamente più consona alla norme igieniche di una sana alimentazione..mah!

Se questo post ti è piaciuto condividilo su Facebook, Google+ e Twitter facendo click sul pulsante "Mi piace".

    Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.