martedì 8 gennaio 2013

Beddo, formaggio PAT del Piemonte

BEDDO (PAT)

Il Beddo è un formaggio semigrasso, a breve stagionatura. Le forme sono cilindriche ed hanno un peso variabile dagli 800 grammi ad 1 Kg. La crosta di colore paglierino, detta "camisa", compare a partire dal quinto o sesto giorno di stagionatura.

beddo

La pasta del Beddo è compatta e morbida, di colore bianco. Il prodotto fresco ha un sapore piacevole e delicato, e conserva gli aromi delle essenze foraggiere di montagna. Il formaggio maturo, invece, ha odori e sapori più pronunciati e persistenti e la sua la pasta diventa molto solubile in bocca.

TERRITORIO DI PRODUZIONE

Comunità Montana Bassa Valle Cervo in territorio del Comune di Pralungo e Valle Oropa in territorio del Comune di Biella

COME SI PRODUCE

Il latte vaccino, dopo la mungitura, viene messo in caldaie di rame per 12 ore. Si procede, poi, con la scrematura. Dopo aver scaldato il latte a 25-28°C, si aggiunge il caglio e si attendono circa 30-40 minuti per il coagulo.

Attraverso una frusta di legno si ottiene la rottura della cagliata in grumi della grandezza di un dado. Si lascia riposare per 5 minuti la cagliata per, poi, estrarla e sistemarla nelle fascere che si trovano in locali con temperature intorno ai 10-15°C.

Dopo 7 ore le forme sono rovesciate su assi di legno, preferibilmente di abete, e sono coperte con 'paglia di fieno' per un rapido sgocciolamento. La stagionatura (8-15 giorni) avviene in locali in pietra a pareti naturali.

UN PO' DI STORIA

Il Beddo ha un'antica tradizione di preparazione come è confermato dalle testimonianze orali. È prodotto per il consumo familiare e per arrichire alcuni piatti della tradizione locale, semplici e piuttosto poveri.

CURIOSITÀ E ISTRUZIONI PER L'USO

Il Beddo può essere consumato freschissimo, dopo un solo giorno dalla produzione. Diversamente con il passare del tempo e, quindi, la comparsa della "camisa" diventa un formaggio ricco di gusto e profumo al punto da rivelarsi ottimo in abbinamento alla polenta ed alle patate lessate, servite molto calde.

Fonte: Piemonte Agri

       
            Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.