venerdì 14 dicembre 2012

Prjaniki-Biscotti di Natale Russi

PRJANIKY BISCOTTI DI NATALE RUSSI
I prjaniki sono i biscotti “cicciotti” al miele e le spezie. Questi dolcini hanno un’origine molto antica e risalgono all'epoca medioevale e sono molto amati dai russi.
PrjanikiUna volta, quando ancora non si sapeva produrre lo zucchero si utilizzava il miele come dolcificante.
I più famosi erano i prjaniki della città di Tula a sud di Mosca. La forma di questi prjaniki e' rettangolare.
L'impasto per realizzarli è simile a quello che in molte città Italiane viene utilizzato per i "mostaccioli" o "mustazzoli siciliani" a seconda della regione e a quello del famoso pan speziato di Norimberga.
In realtà quasi nessuno in Russia li fa più in casa perchè la cottura è abbastanza delicata e lunga. Ormai i russi li acquistano già fatti, visto che si trovano in qualsiasi pasticceria, costano pochissimo e hanno un ottimo gusto.Solo nelle occasioni delle grande feste (tipo Natale) alcune mamme si mettono a preparare una casetta di prianik (prianicnyj domik), per far felice i bambini. I bambini possono aiutare le loro mamme in cucina, ritagliando le forme natalizie o la sagoma del noto "omino di panpepato" dell'omonima fiaba.
Ingredienti per i prjaniki:
  • farina 3 bicchieri
  • miele 3/4 di bicchiere
  • burro 100 g.
  • zucchero 1 bicchiere
  • uova 2
  • limone 1/2
  • bicarbonato 1 cucchiaino
  • cannella in polvere 2 cucchiaini
  • zenzero secco macinato 1 punta di coltello
Preparazione
Riscaldate il miele a bagnomaria e scioglierci dentro il burro, quindi aggiungete lo zucchero, un po’ di sale e zenzero. Mescolate bene il tutto.
Aggiungete le uova già montate (intere), la buccia di mezzo limone grattugiata e la cannella.
Aggiungete quindi la farina a piccole porzioni e quindi fate l’impasto come per i biscotti. Stendere la pasta a 5-7 mm di spessore e ritagliare i biscottini in forme varie.

Cuocere i biscottini al forno finché non diventino dorati. Dopo di che si può coprirli con la glassa bianca e decorarli.
    Zia Fiorella





6 commenti:

  1. Ma la complessità della cottura dove sta? O forse la ricetta originale prevede altro? Ad esempio ho visto in giro, leggendo varie ricette, che l'impasto si fa riposare per ore se non per un paio di giorni. Inoltre, di solito si ricoprono con una glassa bianca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì alla fine vanno coperti di glassa :) Io sono russa e faccio spesso questi biscotti . Si chiamano LIMONNIJE PRIJANIKI :)

      Elimina
  2. La ricetta mi è stata inviata da una lettrice e come altre è stata pubblicata così come è arrivata. Se poi hai letto la preparazione fino alla fine, dubito, avrai letto che si coprono di glassa bianca. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì alla fine vanno coperti di glassa :) Io sono russa e faccio spesso questi biscotti . Si chiamano LIMONNIJE PRIJANIKI :)

      Elimina
  3. A che punto va aggiunto il bicarbonato?

    RispondiElimina
  4. Ma a che temperatura si cuoce?A 180°?A 170°?

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.