giovedì 13 dicembre 2012

Poesia alla Bagna Cauda

Alla Bagna Cauda piatto tipico e simbolo del Piemonte, pochi sanno, che è stata dedicata anche una poesia.

image

La poesia alla Bagna Cauda è stata scritta da uno dei massimi poeti Piemontesi Arrigo Frusta.

Dedico questa poesia a tutti i Piemontesi ovunque essi risiedano e a tutti quelli che Piemontesi non sono ma si sentono tali….e amano le nostre ricette.

BAGNA CAUDA

Bagna Càuda e povron che paradis!
Che spatuss na polenta con j’oslèt!
Che dòi al cheur un vòlovàn ‘d pernis,
gnòch a la bava e tornedò ‘d filet!

E i vëddo passè an seugn subrich ëdris,
trance ‘d buij con doi ò trè bagnet,
sivè ‘d singhial, fondue, flan ‘d radis,
e saladin-e ‘d trifole e sarset.

E peuj ancora fricassà ‘d merluss,
trutole al bur, anguile, carpionà
e bërgonsòle e tome ‘d Coconà.

e torte al santilì. Ah! che spatuss!
Che anghicio! Che bel seugn ch’i l’eu mai fait!

………………………………………………………….

Antratant im argalo ‘d ris al lait.

(Arrigo Frusta)

Tratta dal sito “il Cinzanino “ Piemonte Web Magazine

Se vi è piaciuta fate click sul pulsante g+1 e condividetela su Facebook e Twitter.

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.