domenica 7 settembre 2014

Panna Cotta dolce tipico Piemontese

PANNA COTTA DELLE LANGHE
Dolce tipico Piemontese

Panna Cotta

La panna cotta, dopo il “bunet”  è una delle ricette di dolci al cucchiaio più famose in assoluto. La Panna cotta, Piemontesissima ricetta, è unica e inimitabile, adottata da quasi tutti gli chef dei migliori ristoranti italiani e all’estero.

La panna cotta è un dolce tipico di origine piemontese.
Le sue origini sono incerte: la Regione Piemonte  ha identificato la panna cotta come prodotto agroalimentare tradizionale datando le origini del dolce agli inizi del Novecento, quando, nelle Langhe , sarebbe stato inventato da una signora di origine ungherese, mentre
prendendo, sempre come spunto dal Libro “Il cuoco Piemontese” troviamo una ricetta molto simile già ai primi del settecento, questo dolce veniva chiamato “crema bianca al naturale”  e si usava anche del caglio mentre al posto della colla di pesce, come addensante, veniva usata della farina bianca.

Questa è la versione originale, ma vi sono ormai tantissime varianti e a chi non piace il caramello può sostituirlo con una crema di cioccolato o di frutti di bosco.

Tipologia: dolce al cucchiaio
Porzioni: 6 persone
Tempo di preparazione: 20 minuti + riposo in frifo
Sapore: dolce e delicato
Difficoltà: bassa
Abbinamento: Moscato d’Asti docg 

Ingredienti per la Panna Cotta

* Panna 500 ml
*
Latte intero 250 cl.
* Colla di pesce 3 fogli
*
Zucchero a velo vanigliato 180 g.
* Zucchero semolato 2 cucchiai

Preparazione:

1) Prendete un tegamino e versateci il latte, prima che bolla toglietelo dal fuoco e uniteci i fogli di colla di pesce, spezzettati, mescolate fino a che siano sciolti.

2) Fate scaldare la panna e aggiungeteci i 200 g di zucchero a velo vanigliato, anche in questo caso togliete dal fuoco prima dell’ebollizione: unite con il latte preparato in precedenza e mescolate bene il tutto.

3) In un altro tegamino mettete i 2 cucchiai di zucchero semolato con qualche goccia d’acqua e “fondetelo” fino a che non sia diventato di un bel color nocciola, a questo punto aggiungete 1-2 cucchiai d’acqua e mescolate fino a ottenere una consistenza collosa ed un colore vitrio classico del caramello.

4) Versate il caramello sul fondo di uno stampo per “plumecake” e quando si sarà leggermente rappreso versate la panna cotta. Fate raffreddare e mettete lo stampo in frigo, a rassodare, per alcune ore.

5) Al momento di servirlo, rovesciate la panna cotta su di un piatto da portata ovale , copritela bene del caramello. La presenza di quest’ ultimo fa si che non vi sia bisogno di guarnizioni e abbellimenti vari.

n.b. la panna cotta si può aromatizzare con una tazzina di caffè espresso, un bicchierino di rhum o Marsala, quest’operazione va fatta dopo aver finito  di amalgamare la panna con il latte.

             Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.