mercoledì 17 ottobre 2012

Vin Brulè o vino caldo “Vin càud”

Il Vin Brulé è una delle bevande storiche del nostro Piemonte, viene preparato nei mesi autunnali e invernali per scaldare lo stomaco quando ci tocca stare all’aperto, ma è anche, secondo i nostri avi, un ottimo antidoto contro il raffreddore.

vin_brulè

Il Vin Brulé è ottimo da bere in qualunque momento della giornata  e consumato in compagnia rallegra la serata.

Ingredienti per il Vin Brulé (4 persone)

  • vino barbera di buona gradazione e qualità 1 litro
  • cannella 1 pezzetto
  • chiodi di garofano 5/6
  • buccia di limone
  • zucchero 50/60 g.

Preparazione

In una terrina mettete il vino a scaldare con la cannella, i chiodi di garofano, alcune scaglie della buccia del limone (solo la parte gialla) e lo zucchero.

Poco prima che il vino bolla mettete la fiamma al minimo e passate sul recipiente un foglio di carta acceso (serve per far bruciare l’alcool) e lasciate fiammeggiare fino a spegnimento, arrivate alla bollitura e spegnete il fuoco.

Passate il Vin Brulé nel colino e servitelo bollente in tazze o bicchieri con manico.

La gradazione di un buon Vin Brulè è intorno ai 7°.

n.b. se il vino è scadente otterrete un vin brulè scadente…ovvio ma non per tutti.

 

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.