sabato 29 settembre 2012

Tagliatelle con sugo di funghi porcini e fontina

Tagliatelle fresche con funghi porcini e fontina, tipico piatto autunnale che viene preparato prevalentemente nelle vallate di montagna Piemontesi.

la ricetta delle tagliatelle con funghi porcini e fontina che presenta una difficoltà minima e un tempo di preparazione di poco superiore alla mezz’ora.

E’ comunque un piatto che piace a tutti gli amanti dei gusti saporiti dei prodotti della nostra terra.

Tagliatelle funghi e fontina

Ingredienti per le tagliatelle con funghi porcini e fontina (4 persone)

  • Tagliatelle fresche all’uovo 350 g.
  • funghi porcini 200 g.
  • fontina 90 g.
  • aglio 1 spicchio
  • olio extravergine di oliva 5 cucchiai
  • prezzemolo  1 ciuffi
  • burro 30 g.
  • vino bianco secco 1 bicchierino
  • panna da cucina q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

Pulite bene i funghi togliendo la terra di raccolta, lavateli velocemente in acqua fredda corrente, avendo cura di asciugarli accuratamente con carta assorbente da cucina, quindi tagliateli a fettine sottilissime.

Lavate il prezzemolo, asciugatelo e tritatelo molto fine, togliete la crosta alla fontina e tagliatela a fettine sottili.

In un tegamino, a fuoco lento, fate rosolare lo spicchio d’aglio con 3 cucchiai di olio, finito di rosolare togliete la fisca d’aglio e aggiungete i funghi, salate pepate e fate cuocere per 12 min. circa rimestando sovente, unite il prezzemolo tritato , mescolate ancora per un paio di minuti e spegnete il fuoco.

In un’altro tegame fate scaldare il burro, unite le lamelle di fontina, il vino bianco e la panna, mescolate e fate cuocere a fuoco dolce fino a quando il formaggio sarà sciolto, salate e pepate a gusto. (la miglior soluzione sarebbe il bagnomaria).

Fate lessare le tagliatelle fresche all’uovo in abbondante acqua salata(in ebollizione) alla quale avrete aggiunto il poco olio extravergine rimasto, toglietele al dente e scolatele lasciandole un poco umide, conditele subito con la fontina filante, i funghi e la salsa di cottura. Mescolate bene ma delicatamente e servitele ben calde.

n.b. se volessimo cucinare questo piatto fuori stagione, vanne bene anche i funghi porcini congelati.

In abbinamento un buon vino barbaresco docg del Piemonte

 

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.