martedì 3 gennaio 2012

Acciughe tartufate con tartufo bianco d’Alba

Le acciughe tartufate sono squisito antipasto che ci accompagna nei mesi in cui è autorizzata la raccolta del prezioso tartufo bianco d’Alba o del Monferrato.

La zona di origine delle acciughe tartufate si trova sicuramente tra le zone della Langa, del Roero o del Monferrato. La ricetta come molte di quelle Piemontesi ha un’origine contadina anche se gli stessi poche volte mangiavano i tartufi bianchi in quanto preferivano venderli per ricavare qualche soldo in più per comprare altri prodotti di più stretta necessità.

Ingredienti per le acciughe tartufate (4 persone)

  • Acciughe di Spagna sotto sale 250 g.
  • tartufo bianco 1 (15 g. circa)
  • aglio 1 dente
  • alloro 2 foglie
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

Per prima cosa togliete il sale dalle acciughe con un tovagliolo, raschiatele, togliete la lisca e dividetele a filetti.

Sistemate i filetti di acciughe in una terrina mettendo fra strato e strato alcune fettine sottili di tartufo bianco.

Coprite i filetti di acciughe e tartufo con olio extravergine di oliva, tappate con un coperchio e mettete in frigo. Si conservano per diversi giorni.

Le acciughe tartufate si possono anche conservare a lungo mettendole, seguendo le stesse regole, in un barattolo ermetico. In questo caso basterà mettere il barattolo in un luogo fresco.

 

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.