mercoledì 23 marzo 2016

Trippa Accomodata di Moncalieri - Pitansa ‘d tripa comodà

TRIPPA ACCOMODATA
Confraternita d'la tripa

Questa ricetta della trippa accomodata è una vecchia ricetta della “Confraternita d’la tripa” di Moncalieri.

Trippa Accomodata
La "trippa Accomodata di Moncalieri" trae forse le sue origini dalle usanze galliche tra le quali vi era quella di preparare salsicce insaccando varie parti di stomaci animali. L'innovazione introdotta a Moncalieri fin dal Medioevo fu quella di comprimere la trippa in modo da ottenere un insaccato decisamente più consistente di una salsiccia ed assimilabile ad un salame. 
La documentazione storica pervenuta attesta come la produzione della "Trippa Accomodata di Moncalieri" fosse già nota nel 1400. 
La città di Moncalieri era sede di un importante foro boario nei pressi del quale venivano macellate grandi quantità di animali ed era quindi un luogo di elezione per la lavorazione e la trasformazione di carni e frattaglie.

Di ricette che ci spiegano come cucinare la trippa ce ne sono diverse e gli ingredienti variano da zona a zona, questa sicuramente si può dire sia la classica, poi ognuno farà la sua valutazione.

Prepariamoci pertanto a cucinare e poi ad assaggiare una ricetta storica o quasi.

Tipologia: primo
Porzioni: 4
Gusto: saporito
Tempo di preparazione: 1 h + 7/8 h di cottura
Difficoltà: media
Abbinamento: Barbera vivace


Ingredienti
  • trippa 600 g
  • cipolla rossa 1/2
  • burro 80 g
  • lardo 70 g
  • spicchi di aglio 2
  • zampino di vitello 100 g
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata 1 pizzico
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • pane tostato
  • brodo di carne
Preparazione:

1) Tagliare a striscioline della larghezza di 1 cm. e della lunghezza di 10 cm la trippa, (ben lavata).

2) Affettare finemente la cipolla e farla indorare in una sartin con la noce di burro. Quando la cipolla sarà dorata aggiungere il lardo e l’aglio tritato.

3)Fare soffriggere il tutto, dopo di che aggiungere lo zampino di vitello (pulito e disossato) e la trippa preparata in precedenza.

4) Condire con sale, pepe e la noce moscata.

5) Fare bollire fino a che il condimento sarà consumato. A questo punto aggiungere il brodo di carne e lasciare cuocere per 7/8 ore, continuando sempre ad aggiungere brodo.

Prima di servire condire con un’abbondante grattata di parmigiano reggiano, la trippa accomodata sarà servita in piatti fondi accompagnata da fette di pane casereccio (tostato) da bagnare nel sugo.

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.