venerdì 12 febbraio 2016

Lo Zabaione, Ricetta e Storia della Famosa Crema (Sanbajon)

RICETTA E STORIA DELLO ZABAIONE - SANBAJON

Prima di tutto parliamo della storia dello Zabaione o forse sarebbe meglio dire della leggenda sulla nascita di questa semplice crema diventata famosa in tutto il mondo e usata da tutti i principali pasticceri.

Zabajone
Lo Zabaione o ricetta del Santo; a Torino il canonico Spagnolo Pascual Baylòn Yubero (1540 – 1592) era considerato un Santo dalla popolazione ancor prima che fosse fatto Santo con il nome di San Pasquale da Papa Alessandro VIII:

Le più interessate a questo Santo erano le donne in quanto avevano avuto da lui una ricetta particolare che curava ogni piccolo male, dava vigore ai bambini, è stato uno dei primi viagra, aiutava le donne che avevano partorito da poco e dava forza agli uomini che arrivavano stremati  dal lavoro. Cos'era questo rimedio che si faceva tra le mura domestiche, anzi per meglio dire in cucina “La ricetta di Padre Pascual”.

la ricetta miracolosa di Padre Pascual che era un’analfabeta e di umili origini aveva due pregi era economica (per l’epoca cosa importantissima) e facile da memorizzare 1+2+2+1, questa era la formula dell’elisir (lo zabaione).


Come tute le cose importanti nacque per caso, il Francescano un giorno sbattè per errore 2 uova con lo zuccherò provò a rimediare aggiungendo un goccio di marsala e fare cuocere a il tutto a bagno maria.
Ne uscì una crema morbida ed estremamente nutriente,ma nauseabonda viste le proporzioni degli ingredienti. Provò pertanto a modificare le quantità degli ingredienti fino a che uscì la formula finale, ovvero 1 tuorlo d’uovo + 2 cucchiaini di zucchero + 2 gusci di marsala + 1 guscio d’acqua, il tutto ben amalgamato da far cuocere in un pentolino di rame non stagnato con i bordi alti, rimestare in continuazione fino a che il composto si avvicinasse alla bollitura (ma non bollisse) e che si trasformasse in spuma.

Una vota sistemate le dosi e la ricetta divenne definitiva Fra Pascual si rese conto che il suo preparato sarebbe stato,sì, un dolce da far peccare i golosi di gola, ma anche un toccasana per la gente, per lo più povera, decise così di portare la ricetta a conoscenza delle donne che frequentavano la sua chiesa di via Pietro Micca a Torino.

In pochi giorni la ricetta fece il giro di casa in casa, quartiere per quartiere grazie al bocca a bocca delle donne nei mercati o nelle chiacchiere quotidiane e per tutti Frate Pascual Baylòn era diventata un Santo.

La data di nascita ufficiale del Sanbajon o Zabaione è il 16 ottobre 1690.

Da qui il nome “Crema ‘d San Bajon” che venne nel tempo modificato nel più semplice “Sanbajon” poi tradotto in Italiano Zabaione o  Zabaglione.

100 anni dopo Pascual Bayòn fu fatto Santo non tanto per i meriti religiosi ma perchè ha dato a tutta la gente la possibilità di poter gustare una crema buona ma sopra tutto energetica.

Ricetta del Sanbajon (Zabaione)
  • 4 tuorli d’uova
  • 8 cucchiaini di zucchero
  • 8 gusci di marsala
  • 4 gusci d’acqua
Preparazione:

1) mettere i tuorli in una ciotola, unire lo zucchero e con una frusta montare a lungo il composto fino a quando non risulterà ben gonfio e soffice.

2) Aggiungere i gusci d'uovo pieni di marsala alle uova, continuando a mescolare molto delicatamente. Portare a leggero bollore dell'acqua in un recipiente che contenga un secondo tegamino con il composto dello zabaione e cuocerlo a bagnomaria continuando a lavorarlo con la frusta.

3) Quando lo zabaione incomincerà ad addensarsi, versarlo in coppette.

Servitelo accompagnato da biscottini leggeri, frutti di bosco, scagliette di cioccolato, ecc..


    Zia Fiorella












1 commento:

  1. Ma il cucchiaio d'acqua a cosa serve?
    Grazie e saluti
    Teresa

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.