giovedì 24 febbraio 2011

Anguille in gelatina, antipasto piemontese, la ricetta

Anguille in gelatina, da sempre fanno parte die grandi antipasti Piemontesi e sono uno dei piatti preferiti per il pranzo fuori porta di Pasquetta.

anguille

A Torino ma non solo nelle migliori gastronomie (ne sono rimaste poche) troverete sicuramente questo piatto già pronto ma vediamo la ricetta e come cucinare questo piatto a casa nostra.



Alcuni lo indicano come un secondo ma in realtà è un’antipasto.

Ingredienti pe le anguille in gelatina (4 persone)

  • anguille 3 (piccole e grasse)
  • 1 foglia di alloro
  • limone 1 scorza
  • pepe 2 grani
  • sale q.b.
  • cipolla 1
  • carota 1
  • sedano 1 gambo
  • aceto q.b.
  • Acqua

Preparazione

Pulire le anguille o farle pulire in pescheria. Mettere le anguille a marinare per un’ora nell’aceto diluito con un bicchiere d’acquai il pepe, il sale, la scorza di limone e la foglia di lauro.

Finita la marinatura farle bollire in poca acqua con  la cipolla, la carota e il sedano per circa 90 minuti. Finita la cottura (l’acqua deve coprire appena le anguille) le mettete in una terrina con tutto il brodo e le fate gelare in frigorifero.

Il brodo si indurirà diventando gelatina.

E come si dice cotto e mangiato…..se questa ricetta ti è piaciuta fai click sul pulsante g+1 e condividila su Facebook e Twitter.

     Zia Fiorella

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato.