lunedì 28 febbraio 2011

Fritto misto alla Torinese o Piemontese

Fritto misto alla Torinese o alla Piemontese, dopo la bagna càuda il piatto tipico per eccellenza della cucina regionale Piemontese ma del Torinese in particolare. Proprio di Torino è la ricetta del fritto misto che vi presento, ognuno potrà modificarla secondo i suoi gusti, questa è quella che preparo solitamente io. L’importante che vi siano sia ingredienti salati che dolci.

fritto

Ingredienti per il fritto misto alla Torinese (4 persone)

  • bistecche di vitello 4
  • schienali di vitello 200 g.
  • fettine di fegato 4
  • parmigiano grattugiato 50 g.
  • pangrattato 5 pugnate
  • polpette di carne macinata 4
  • cervella 1
  • salciccia 4 pezzetti
  • amaretti morbidi 100 g.
  • frittura dolce 4
  • mele 12 fette
  • uova 3
  • olio di oliva 1 bicchiere
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

sabato 26 febbraio 2011

Polpettone alla Piemontese o alla “Zia Fiorella”

Il polpettone alla “Zia Fiorella” o alla Piemontese è un secondo piatto classico con decine di varianti. E’ sempre un polpettone tipico del Piemonte o meglio della zona di Torino. Questa ricetta è quella che cucinava mia suocera che appunto era di Torino e che ora ho fatto mia perchè è veramente molto buona e facile da fare.

polpettone

Ingredienti per il Polpettone alla Zia Fiorella o alla Piemontese

  • Coscia di vitello 700 g.
  • prosciutto crudo 200 g.
  • carne tritata magra 200 g.
  • pancetta 200 g.
  • prezzemolo 1 ciuffo
  • borraggine 1 ciuffo
  • lauro 1 foglia
  • timo un pizzico
  • sale q.b.
  • pistacchi 100 g.
  • uova 2
  • pisellini 300 g.
  • burro 150 g.
  • farina 1 cucchiaio
  • brodo di carne 2 bicchieri

venerdì 25 febbraio 2011

Bagna Cauda, Ricetta Classica Piemontese

PIATTO SIMBOLO DELLA TRADIZIONALE GASTRONOMICA PIEMONTESE

BAGNA CAODA RICETTA CLASSICA

Solo tre ingredienti (olio, aglio e acciughe) per preparare la “mitica” salsa Piemontese cucinata e apprezzata in tutto il mondo

La Bagna Cauda o  Caoda, mah!!, Questo dilemma ce lo porteremo per sempre perchè se dopo tanti anni ancora non si è dato per certo come si scrive difficilmente lo sarà in futuro io scriverò Cauda, quello che più importa è sicuramente il risultato da portare in tavola.

bagna cauda
Ho già scritto un post su “Il Cinzanino” con la ricetta della Bagna Cauda ma in quell’articolo c’era anche tutta la storia e la poesia che circonda questo piatto. Qui mi limito a scrivere la ricetta della Bagna Cauda con una delle tante varianti.

Ingredienti per la Bagna Cauda:

  • Aglio  5 spicchi
  • acciughe sotto sale 200 g.
  • burro 70 g.
  • olio di oliva 2 bicchieri
  • noci 2 (optional)
  • latte 300 ml.
  • panna fresca 3 cucchiai
  • vino bianco q.b.

giovedì 24 febbraio 2011

Anguille in gelatina, antipasto piemontese, la ricetta

Anguille in gelatina, da sempre fanno parte die grandi antipasti Piemontesi e sono uno dei piatti preferiti per il pranzo fuori porta di Pasquetta.

anguille

A Torino ma non solo nelle migliori gastronomie (ne sono rimaste poche) troverete sicuramente questo piatto già pronto ma vediamo la ricetta e come cucinare questo piatto a casa nostra.



Alcuni lo indicano come un secondo ma in realtà è un’antipasto.

Ingredienti pe le anguille in gelatina (4 persone)

  • anguille 3 (piccole e grasse)
  • 1 foglia di alloro
  • limone 1 scorza
  • pepe 2 grani
  • sale q.b.
  • cipolla 1
  • carota 1
  • sedano 1 gambo
  • aceto q.b.
  • Acqua

Biella & Buona, il lato buono… della Prov. di Biella

Biella & Buona, scopriamo oggi il lato buono, quello gourmet, tanto per intenderci, della Provincia di Biella.

Infatti Biella & Buona è un marchio della Provincia di Biella in collaborazione con la Regione Piemonte e l’ATL Biellese, ma vediamo di cosa si tratta.

Il progetto

IL BIELLESE: TERRA DI TURISMO RURALE E AGROALIMENTARE DI QUALITA

Biella & Buona è un marchio di qualità agroalimentare registrato con il quale la Provincia di Biella "firma" numerosi progetti e iniziative di promozione dei prodotti enogastronomici biellesi.
È anche un progetto di comunicazione sulla qualità dell'agroalimentare biellese e sulla vivibilità del territorio dal punto di vista del paesaggio, della vita rurale, dell'alimentazione e della ristorazione.

mercoledì 23 febbraio 2011

Ricetta Ris e còi, riso e cavoli

Ris e còi, riso con cavolo, meglio “ris e còi” rende maggiormente l’idea, tradotto in lingua italiana con mi piace molto per cui molto meglio il suo nome originale.

Altro piatto popolare, ricetta di campagna delle colline, nata probabilmente nelle cascine quando in autunno, stagione di cavoli, si uccideva anche il maiale e tra le tante ricette che si facevano con il maiale vi era anche questa molto saporita.

Gli attrezzi che useremo per fare “Ris e Còi” sono:

  • una bacinella grande
  • una pignatta in terra cotta
  • un coltello
  • un cucchiaio di legno
  • un coperchio
  • un mestolo

Gli ingredienti per 6 persone

  • un cavolo grosso o due piccoli
  • 1/2 cipolla
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva ligure
  • una fetta di lardo (spessa)
  • 6 pugni di riso
  • 200 g. di toma a pezzi
  • sale
  • pepe
  • 20 g. di prezzemolo

martedì 22 febbraio 2011

Carciofi con Porcini alla Montanara

CARCIOFI con FUNGHI
ALLA MONTANARA
Secondo piatto o contorno di origini Cuneesi

Carciofi

Carciofi con Funghi Porcini alla Montanara è ricetta molto antica risalente che si trova nelle ricette casalinghe della provincia di Cuneo.

La ricetta dei carciofi alla Montanara con Porcini è un secondo piatto ma anche un ottimo contorno ed è prevalentemente un piatto autunnale anche se usando prodotti surgelati si può preparare tutto l’anno.

Dose: 4 persone
Tipo: secondo – contorno

Difficoltà: facile
Tempo: 1 ora circa

Ingredienti per i “carciofi alla montanara”

  • carciofi 4
  • funghi porcini 200 g.
  • spicchi di aglio 2
  • limone 1
  • burro 30 g.
  • panna da cucina  1 conf.
  • olio e.v. 1/2 bicchiere
  • prezzemolo 1 ciuffo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Agnolotti di magro, ricotta e spinaci

Agnolotti di magro con ricotta piemontese e spinaci.

Gli agnolotti di questa ricetta sono di magro, ovvero senza carne, sono una variante molto saporita per chi non può, non vuole o semplicemente vuole provare una variante ai soliti agnolotti carne.

Ingredienti degli “Agnolotti di magro ricotta e spinaci”

  • bietole 500 g.
  • spinaci 500 g.
  • ricotta piemontese 400 g.
  • rossi d’uovo 3
  • noce moscata 1 pizzico
  • parmigiano grattugiato
  • sale q.b.

Preparazione

Fare la pasta come per gli agnolotti di carne normali. Do per scontato che sappiate come farla.

Per il ripieno: fate bollire le foglie di bietola e gli spinaci, quando questi sono cotti li mettete in una terrina dove aggiungete la ricotta i rossi d’uovo la noce moscata e il parmigiano grattugiato.

Amalgamate bene il tutto per qualche minuto, poi operate come per gli agnolotti classici. Condite con burro soffritto, in una padella d’acciaio con due foglie di salvia, e parmigiano e in stagione un’eventuale grattatina di tartufo bianco d’Alba o del Monferrato.

     Zia Fiorella

lunedì 21 febbraio 2011

Polenta con Cavolo, Patate, Fagioli e Carote

Polenta con Cavolo,Patate, Fagioli e Carote

polenta con cavolo, fagioli, patate

Polenta  con cavolo ma non solo, una ricetta contadina, un modo nuovo per fare una gustosa polenta un po’ diversa dal solito.

Continuo nella serie di ricette meno note, quelle che mi affascinano di più perchè sono quelle che non trovi sui libri di cucina o in tutti quei siti web che parlano di cucina.

Pochi avranno sentito parlare della polenta al cavolo e probabilmente meno ancora quelli che l’avranno cucinata.

Tempo: Preparazione 20minuti – cottura 90 minuti

Attrezzi richiesti: una pentola (meglio se di rame), un bastone di legno o un cucchiaio grande sempre di legno

Ingredienti:

  • 1cavolo verza piccolo
  • 4 patate
  • 2 carote
  • 300 g.  fagioli
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • farina gialla “otto file” 200 g.
  • olio 2 cucchiai
  • sale q.b.

venerdì 18 febbraio 2011

Ricetta dello stufato all’Arneis del Roero

Stufato all’all’Arneis, questo piatto è un secondo classico e varia a seconda della zona dove viene cucinato e quindi al vino bianco usato, in questo caso usiamo l’Arneis e quindi siamo nella zona del Roero.

Ingredienti pe lo “stufato all’Arneis” (4 persone)

  • Coscia di mucca da “Madama la Piemonteisa” 1 kg.
  • lardo 70 g.
  • cipolle 2
  • prezzemolo 1 ciuffo
  • aglio 1 fisca (spicchio)
  • farina bianca 1 cucchiaio
  • vino bianco 2 bicchieri
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • spezie assortite 1 pizzico

Ricetta della Frittata Rognosa - Frità Rognosa

La frittata rognosa (frità rognosa) ha come ingrediente il salame che deve essere tassativamente quello d’la dujia (salame crudo messo sotto strutto per mantenerlo morbido), il migliore lo si trova in provincia di Novara.

La frittata rognosa è molto veloce da fare ed è una classica ricetta Piemontese da pic-nic all’aria aperta.

INGREDIENTI:

Gr. 100 salame d’la duja
5 uova
Burro
Olio
Formaggio Parmigiano, grattugiato (a piacimento)
Sale
Pepe

giovedì 17 febbraio 2011

Zuppa di pane toma alla montanara

Zuppa di pane con Toma di Montagna.

Nelle vallate delle montagne Cuneesi da sempre si prepara una zuppa, cosiddetta povera, ovvero la Zuppa di pane e Toma di montagna. Che sarà pure povera ma è di un buono….che vale la pena provare a cucinarla.

zuppa2

Ingredienti per la “Zuppa di pane e toma di montagna” (4 persone)

  • pane campagnolo raffermo g. 500
  • toma di montagna (meglio se stagionata) g. 200
  • brodo di carne 1 l.
  • burro 100 g.
  • sale q.b.

Ricetta: Rane fritte alla moda di Vercelli

Rane fritte alla moda di Vercelli

Le rane fritte sono da sempre una ricetta classica della provincia di Vercelli, specialmente nella zona delle risaie.

Le rane fritte o cucinate in altri modi erano un piatto povero della tradizione, infatti nelle risaie abbondavano ed erano a costo zero, oggi invece è un piatto ricercato anche perchè trovare le rane non è proprio facile per cui vanno bene anche quelle che trovate congelate. Occhio alla scadenza e alla provenienza.

rane fritte

Ingredienti per le rane fritte alla moda di Vercelli (4 persone):

  • rane (pulite) 400 g. o 1 kg. da pulire
  • cipolla 1
  • succo di 1 limone
  • farina bianca 5-6 cucchiai
  • aceto di vino bianco 2 cucchiai
  • prezzemolo 1 ciuffetto
  • olio per friggere
  • sale q.b.
  • pepe q.b

martedì 15 febbraio 2011

Ricetta della Agliata - Tagliatelle con noci e aglio

Agliata – Tagliatelle con noci e aglio

Questa ricetta è un primo piatto classico della zona del Monferrato Alessandrino, facile da cucinare, ingredienti che in casa non mancano mai.

Tagliatelle, agliata

Ingredienti per la agliata (4 persone):

  • noci 500 g
  • Tagliatelle all’uovo 300 g.
  • mollica di pane fresco 70 g.
  • burro 50 g.
  • aglio 6 spicchi
  • latte 1 bicchiere
  • sale q.b.

martedì 8 febbraio 2011

Presentazione blog “Le ricette di Zia Fiorella”

Buongiorno a tutti,

finalmente dopo un po’ di tempo che insisto con mio marito sono riuscita ad avere un blog tutto mio. Il successo che hanno avuto le ricette sul sito de “Il Cinzanino” fanno ben sperare per il futuro di questo blog, ma questo dipenderà solo da voi.

Agnolotti, plin, pasta freca

Di cosa mi occuperò su questo blog, di cucina ovvio, ma non solo ci saranno rubriche dedicate ai vini, ai vitigni, agli abbinamenti, ai prodotti tipici ma sopra tutto cercherò di ridare vita a ricette ormai scomparse.

Non mancheranno le manifestazioni enogastronomiche e tante tante curiosità legate al mondo della gastronomia, come i menù storici le ricette di Casa Savoia e tanto altro.